LAVAZZA 

AND

TONIC

Firmato

Dennis Zoppi

Se ancora non te ne sei accorto/a, il caffè sta sempre più comparendo nel mondo miscelato.

E' un dato di fatto, non è un'intuizione e se, stai leggendo queste mie parole qui e ora, probabilmente potrai anticipare il mercato dei  numeri, diventando tu un riferimento di questo "nuovo" ed entusiasmante Trend .

Devi sapere che, il caffè nei cocktail, non è per nulla un nuovo ingrediente.

Voglio darti un piccolo cenno storico, per capire meglio di cosa sti tratta.

 

La bevanda che conosciamo oggi come l'Espresso Martini, prese vita nel 1983 da Dick Bradsell al Soho Brasserie, a Londra, fu un cliente che aveva l'esigenza di un cocktail, per svegliarla e poi salutarla. (hai capito il senso)

Ma perché Dick decise di utilizzare proprio il caffè, come ingrediente?

La storia, racconta che, la macchina del caffè al Soho Brasserie era proprio accanto alla stazione, dove venivano miscelati i cocktails.

Diciamo che maneggiando molto caffè, e circondato da caffè, la sua scelta fu quasi indotta, poi per la scelta del distillato fu molto semplice, tutto riguardava la vodka in quell'epoca. 

 

La ricetta originale di Dick prevedeva, vodka, sciroppo di zucchero, due tipi di liquori al caffè (Kahlua e Tia Maria) e caffè espresso appena fatto. 

 

Come ti dicevo, era l'epoca del Martini e il bicchiere di rito, non poteva altro che essere, la nostra amata coppa martini.

 

Dick con il tempo, rivisitò il nome: da Vodka Espresso, a Espresso Martini, cosi facendo, rese più semplice l'approccio al nuovo cocktail alla sua clientela (che beveva solo Martinis) 

 

Infine, per completare la trilogia di cocktail al caffè, nel 1998 Dick ribattezzò L'espresso Martini in Pharmaceutical Stimulant, servito per la prima volta con ghiaccio all'inaugurazione di una farmacia a Notting Hill.

 

Ancora una volta Dick, ebbe una eccezionale intuizione, cambiare il sevizio della bevanda, per riadattare lo stesso cocktail, al palato dei suoi clienti che con gli anni erano cambiati.

 

Bene, dopo tutta questa storia, è giunto il momento di scrivere un po di futuro.

Sono sicuro che, stai trepidando.

Avrai ben capito che, la storia insegna sempre e a me Dick ,ha insegnato due cose molto importanti.

La prima è sapere qual'è il trend in cui ci troviamo.

In Italia, come in buon parte dell'Europa se non del mondo è Gin Time.

 

Quindi, il mio cocktail avrà come ingrediente il Gin.

Perché caffè ti starai chiedendo.

Ora ti sto scrivendo da Torino, dove Lavazza è la storia di questa città e "casualmente", mi trovo ad essere Ambasciatore di questa splendida famiglia.

Quindi nulla al caso.

Cosa piace bere alle persone con il gin?

E' scontato, o forse no, Tonica.

Gin & Tonic, cocktail semplice di veloce e facile da replicare.

RICETTA

Gin, possibilmente non troppo botanico.

Troppe botaniche, potrebbero squilibrare il bilanciamento tra caffè e tonica.

Non dimenticare che, ogni singolo ingrediente contiene a suo volta altri ingredienti.

Come ad esempio il gin non contiene solo ginepro, il caffè può essere composto da più qualità, la tonica è composta a suo volta da  Quirino e acidità.

Non sottovalutare la semplicità di alcuni ingredienti, potresti facilmente accorgertene che sono più complessi di quello che pensi.

 

Per il caffè espresso, ti consiglio Lavazza Tierra Colombia.

Taste note

Frutti tropicali, scorza di lime e fiore di gelsomino.

A concludere Tonica!

In questo cocktail, il mio consiglio è la più classica che puoi trovare, anche nei supermercati.

TECNICA

Versa il Gin e tonica nel bicchiere con ghiaccio.

Nello shaker aggiungi l'espresso e se vuoi, opzionale, dello sciroppo di zucchero 2:1 neutro.

Shakera bene, raffreddando l'espresso, e poi versalo nel bicchiere dove prima hai versato gin e tonica, facendo attenzione a non mischiare il caffe, con gli altri ingredienti, non dimenticare inoltre, di versate la schiuma dell'espresso a colmare il bicchiere, è " la ciliegina sulla torta"

L'effetto è Wow! Fondo bicchiere trasparente, appena sopra la meta del bicchiere, colore  marrone dell'espresso, e sopra il bicchiere la schiuma.

GARNISH

Scorza di lime o limone, ma io, fossi in te lo lascerei così com'è!

FOOD

PAIRING

Da pazzi, ma credimi è eccezionale, olive ripiene al cioccolato fondente.

Diciamo che, è facile prendere questa ricetta e farla tua, ed è proprio quello che spero, che tu possa replicarla nel tuo cocktail bar o anche tuo bar diurno, perché no, spero che tu possa usare queste informazioni.

Ma... se volessi di più.

Se volessi imparare delle strategie, dei trucchi o anche semplicemente, volessi rispolverare, quello che sono abilità assopite, ti aspetto alle mie

Master Class!  

CLICCA LA MASTER CLASS CHE PIU' TI SI ADDICE E COMINCIA DA ORA A DARE VITA AL TUO CAMBIAMENTO